Perché l’acqua della doccia diventa improvvisamente fredda?

Una delle parentesi di benessere quotidiano che amiamo maggiormente è probabilmente il momento della doccia. Quando facciamo la doccia infatti, ci rilassiamo profondamente e ci lasciamo coccolare dal calore dell’acqua che ci accarezza la pelle.

Questo piacevole benessere quotidiano però, delle volte è interrotto a causa dell’acqua che diventa improvvisamente fredda.

Non è per nulla piacevole infatti, constatare che l’acqua calda della doccia diventa improvvisamente fredda, magari per tornare poi ad essere nuovamente calda e così via.

Probabilmente dietro questo tipo di comportamento c’è un piccolo problema alla caldaia o regolazione necessaria. Vediamo allora di individuare le possibili cause e soluzioni di seguito.

La temperatura massima dell’acqua è troppo alta

Le caldaie a produzione istantanea di acqua calda hanno una precisa caratteristica. Nel momento in cui l’acqua erogata raggiunge la temperatura desiderata, bloccano l’erogazione di calore.

Ciò significa che nell’intervallo di tempo tra il momento in cui percepiamo l’acqua fredda e quello in cui la caldaia si riattiva per ricominciare a riscaldarla, avvertiremo questa sensazione poco piacevole di freddo.

Per rimediare in questo caso la soluzione più semplice è quella di diminuire la temperatura massima erogata. In questa maniera la caldaia continuerà a produrre continuamente acqua calda senza questi fastidiosi sbalzi di temperatura. In questo caso dunque è sufficiente lavorare sulla regolazione della temperatura per risolvere il problema.

La portata del soffione

Devi sapere che il tuo soffione della doccia ha una sua portata, che di norma si aggira sui 15 litri al minuto. Se la portata del tuo soffione è notevolmente inferiore alla capacità della caldaia di generare acqua calda, questa tenderà ad accumularsi generando il fenomeno dell’acqua fredda.

Dunque il problema in questo caso potrebbe risolversi cambiando il soffione della doccia e quindi acquistandone uno che abbia una portata superiore. Orientativamente uno con una portata di 20 litri al minuto dovrebbe essere sufficiente.

Il calcare

Anche il calcare è in grado di influire sulla temperatura dell’acqua. Questo è un problema che si verifica maggiormente in quelle zone servite da un’acqua particolarmente dura e dunque ricca di calcare.

Quando questo si accumula infatti, crea delle incrostazioni che sono in grado di influire sulla portata della doccia, riducendola. Per lo stesso principio di poco fa, dunque quello dell’accumulo dell’acqua e della portata ridotta, l’acqua potrebbe uscire fredda.

Per risolvere questo problema è necessario smontare il soffione della doccia ed immergerlo in aceto bianco o altra sostanza apposita per un paio d’ore. Fatto questo, le incrostazioni di calcare si scioglieranno e sarà possibile reinstallare il soffione.

Problema di altra natura

Se il problema che interessa la tua caldaia non è relativo a nessuno dei tre evidenziati sopra, allora potrebbe essere di altra natura.

Non sempre il problema è facile da individuare e soprattutto non sempre si tratta di qualcosa che è possibile risolvere autonomamente. Tra l’altro stiamo parlando di un dispositivo delicato, probabilmente il più delicato che esiste in casa, e per questo è meglio affidarsi a mani esperte quando ci si rende conto che non si tratta di una problematica facilmente risolvibile quando non si hanno le giuste competenze.

Capita ad esempio che a causa di un malfunzionamento la caldaia si spenga durante il funzionamento per riavviarsi dopo una decina di secondi, rilasciando dell’acqua fredda durante questo intervallo.

In questo caso è necessario contattare un tecnico esperto nella installazione caldaie che andrà ad apportare il giusto tipo di intervento e collauderà nuovamente il dispositivo per accertarsi che tutto funzioni bene.

Sarà anche l’occasione per verificare che la caldaia sia perfettamente funzionante o andare a sostituire eventuali pezzi ormai usurati.